PRESTAZIONE ENERGETICA
Attestato di Prestazione Energetica (APE)

Calcola subito il
tuo preventivo

 

Cos’è la prestazione energetica?

L’ attestato di prestazione energetica è un documento che consente di comprendere la prestazione o rendimento energetico di un edificio, cioè il fabbisogno annuo rilevato o stimato di energia necessaria per soddisfare i servizi di climatizzazione invernale ed estiva, riscaldamento dell’acqua per uso domestico, ventilazione e illuminazione, fattori dipendenti dalle caratteristiche di localizzazione, posizione, isolamento termico e dotazione impiantistica dell’edificio stesso.

I dati raccolti consentono di comprendere come è stato costruito un edificio o un appartamento sotto il profilo dell’isolamento termico e della coibentazione, evidenziando il consumo energetico dell’edificio stesso; infatti edifici simili, per superficie e volume, possono differire nei consumi e nelle emissioni di molto.

Il rendimento energetico di un edificio è espresso da un indicatore fondamentale chiamato indice di prestazione energetica annua per la climatizzazione invernale (misurato in kWh/m² oppure in kWh/m³), che consente una classificazione di merito degli edifici.

Quando serve L’attestato di prestazione energetica?

La prestazione energetica serve:

  1. Agli edifici di nuova costruzione e agli edifici esistenti, oggetto di ristrutturazione edilizia, di superficie utile superiore a 1000 metri quadrati, si applicano i requisiti minimi prestazionali, le prescrizioni specifiche e la metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche, come disciplinati dalla Giunta regionale ai sensi dell’articolo 21, comma 1, lettera a);
    Le prescrizioni specifiche individuate nella deliberazione di cui al comma 1 si applicano alle seguenti categorie di opere edilizie:

    • ristrutturazione edilizia di edifici con superficie utile fino a 1000 metri quadrati o su porzioni di edifici con superficie utile superiore a 1000 metri quadrati;
    • porzioni di volumetria relativa ad ampliamenti o sopraelevazioni di edifici esistenti;
    • manutenzione straordinaria di edifici;
    • nuova installazione di impianti termici in edifici esistenti;
    • ristrutturazione di impianti termici;
    • sostituzione di generatore di calore.

  2. Agli edifici di nuova costruzione, a tutti quelli oggetto di ristrutturazione, di qualunque superficie utile, nonchè in tutti i casi di compravendita o locazione degli edifici, si applica la prestazione energetica.

Chi può rilasciare l’attestato di prestazione energetica?

L’attestato di prestazione energetica deve essere redatto da un professionista abilitato nel rispetto delle norme attuative imposte dalla Regione Piemonte.
Per svolgere l’attività di certificatore energetico è necessario essere iscritti all’Elenco regionale dei certificatori energetici. Sono ammessi all’iscrizione ingegneri, architetti, periti e geometri.
Possono essere ammessi anche altri soggetti laureati o diplomati, con titolo di studio tecnico scientifico, a seguito del conseguimento dell’attestato di partecipazione, con verifica finale, del corso di formazione previsto dalla Regione Piemonte.

Chi è esonerato dal presentare la dichiarazione?

Sono esonerati dagli obblighi inerenti l’attestato di prestazione energetica le unità immobiliari prive di impianto termico come ad esempio box, cantine, autorimesse, parcheggi multipiano, locali adibiti a depositi, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi e strutture temporanee previste per un massimo di sei mesi.
Inoltre l’attestato di prestazione energetica non è necessario per gli edifici dichiarati inagibili, e per gli edifici concessi in locazione abitativa a canone vincolato o convenzionato.

Quali sono le sanzioni?

Per il certificatore:
Salvo che il fatto costituisca reato, il certificatore che rilascia l’attestato di prestazione energetica non veritiero, è punito con la sanzione amministrativa pari al doppio della parcella vidimata dal competente ordine o collegio professionale e l’esclusione dall’elenco regionale dei certificatori.
L’autorità che applica la sanzione ne dà comunicazione all’ordine o al collegio professionale competente, per i provvedimenti disciplinari conseguenti.

Per il costruttore
Il costruttore che non provvede a far produrre l’attestato di prestazione energetica nei casi di nuova costruzione o in quelli di ristrutturazione edilizia è punito con la sanzione amministrativa da euro 5.000,00 a euro 30.000,00.

Per il venditore:
Il venditore che non rende disponibile al momento della stipula dell’atto di compravendita l’attestato di prestazione energetica, è punito con una sanzione amministrativa che va da 1000,00 a 10000 euro, graduata sulla superficie utile dell’edificio.

Per il locatore
il locatore che non rende disponibile al momento della stipula del contratto di locazione l’attestato di prestazione energetica, è punito con una sanzione amministrativa che va da 500,00 a 5000,00 euro, graduata sulla superficie utile dell’edificio.

I vari controlli:
Per effettuare i controlli la Regione Piemonte si avvale dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale (A.R.P.A.); annualmente sono previsti accertamenti e ispezioni a campione in corso d’opera o entro cinque anni dalla data di fine lavori dichiarata dal committente, al fine di verificare la regolarità dell’attestato di prestazione energetica e la conformità delle opere realizzate alla documentazione progettuale. Anche per gli attestati di prestazione energetica predisposti in occasione di compravendita e locazione sono previsti annualmente controlli a campione sulla loro regolarità.

E’ possibile richiedere un preventivo gratuito oppure contattarci telefonicamente al numero 011.5501161 o inviare una mail per avere ulteriori informazioni o richiedere un sopralluogo presso l’immobile in cui dovrete fornire copia di una piantina dell’appartamento.

CHIAMACI
INVIA UNA MAIL
PREVENTIVO APE